Involtini-2Bdi-2Bpeperone_torta-2Bsalata-2BIMG_1511
comments 8

Ode alle torte salate!

Non so a voi ma a me la torta salata da una grande soddisfazione, quasi quanto la panificazione! Da quando ho imparato a fare la pasta brisee in maniera superba (modestamente) al Cooking Lab di California Bakery non ho più smesso di sperimentare e inventarmi nuove combinazioni di ripieni.

Oltre all’ormai collaudatissima con zucchine e besciamella mi piace tanto anche la versione patate-peperoni-speck.
La torta salata è una ricetta “svuota frigorifero” perfetta perché con minimo sforzo fai una figura eccellente in caso tu abbia ospiti (ma anche agli occhi dei propri famigliari è un bel punto a favore!) permettendoti anche di recuperare gli avanzi in maniera sfiziosa e creativa.
Mentre la ricetta con le zucchine è un cavallo di battaglia in casa mia, piace sempre e viene preparata appositamente, la proposta con le patate l’ho inventata unendo alcuni dei miei ingredienti preferiti trovati in frigorifero. Non mi vergogno a dire che avevo avanzato una patata lessa, un po’ di peperoni in agrodolce (per i quali sono capace di fare follie) e un pezzettino di speck, troppo rischioso da tagliare con la macchina senza rimetterci un dito ma ancora davvero gustoso. E’ stata un’illuminazione e in un attimo mi sono ritrovata a tagliare patate, peperoni e speck a dadini tutti (più o meno) uguali, a spargerli uniformemente a pioggia sulla base della brisee appena stesa e a farcire il tutto con una cremina di uovo e un goccio di latte che conferisce corpo e sapore (se già non ce ne fosse bisogno!) alla farcitura. Una generosa manciata di Parmigiano Reggiano prima di informare e il gioco è fatto!

In fin dei conti cosa ci vuole? Basta avere un po’ di verdura, un uovo, un goccio di latte, Parmigiano n abbondanza e il gioco è fatto. In questa versione con le zucchine ho optato per una ricetta più leggera: al posto della besciamella ho utilizzato l’uovo leggermente sbattuto con un pochino di latte. Una volta sfornata ho dato quel tocco di sapore in più con una grattugiata di ricotta salata (si, proprio quella che si usa in Sicilia per condire la pasta alla Norma!).

La torta salata andrebbe istituita a monumento culinario! Mi ha salvato pranzi e cene in diverse occasioni e mi riempie il cuore di soddisfazione mordere la mia pasta così fragrante e saporita.  é una ricetta frugale ma dal risultato assicurato, credetemi: sarà un successo! Liberate la fantasia e sbizzarritevi ad accostare tra loro gli ingredienti, giocate con i sapori, i colori e i profumi, non ve ne pentirete. L’involucro di pasta brisee è perfetto per questo e sarà dalla vostra parte: accoglierà ed esalterà ogni vostra sperimentazione facendovi fare un figurone!

L’unica avvertenza è che crea dipendenza e la torta salata potrebbe finire in un attimo!
Ingredienti
Per la crosta
160g di burro freddo a pezzetti
250g di farina 00
5g di sale
10g di zucchero
90ml di acqua ghiacciata
10ml di aceto bianco o di mele

Unire in una ciotola la farina, il sale e lo zucchero e, separatamente in un bicchiere, l’acqua con l’aceto. Nella stessa ciotola di prima lavorare il burro con le farine a coltello fino a formare un composto dall’aspetto sabbioso. Lavorare velocemente così da non sciogliere il burro. Alla fine aggiungere l’acqua poco a poco e impastare velocemente fino a formare una ciabatta. Riporre in frigorifero per almeno 30 minuti prima di stenderla e farcirla.

Per la farcitura si possono usare patate lesse, zucchine, formaggio, speck o prosciutto e tutto quello che vi suggerisce la fantasia. In ultimo versare sul composto una crema di uovo sbattuto con un goccio di latte e una manciata di Parmigiano Reggiano che da consistenza e gusto alla miscela. Bon Appetit!

I don’t know what you think about it but to me making pies gives a great satisfaction, almost as much as baking! Since I learned how to make a superb (modestly) dough at the Cooking Lab in California Bakery I have not stopped to experiment and invent new combinations of fillings.
Besides the now-proven with zucchini sauce I really like also the version potato-peppers-speck.
My pie is often a recipe “empty fridge” and it is perfect because with minimal effort I can make a excellent dinner in case of surprise guests. It allows you to recover even the leftovers in a tasty and creative way.
While the recipe with zucchini is a workhorse in my house, like always, and it is prepared on purpose, the proposal with the potatoes I made up by combining some of my favorite ingredients found in the refrigerator. I’m not ashamed to say that I had made a boiled potato, a little sweet and sour peppers (for which I really can go crazy!) and a piece of bacon, too risky to be cut with the machine without losing a finger but still really tasty. In a moment I found myself cut potatoes, peppers and diced bacon all (more or less) the same size, and spread them on the brisee dough just stretched and stuffed it all with a creamy sauce of egg and a drop of milk that gives body and flavor (if not already there was need!) to the stuffing. A generous handful of Parmesan cheese before bake it and it’s done!
After all what it takes? Just get a bit of vegetables, an egg, a little milk, Parmesan and it’s done. In this version with the zucchini I opted for a lighter recipe: instead of the white sauce I used egg lightly beaten with a little milk. Once out of the oven I gave that touch of extra flavor with grated salty ricotta (yes, the one you use in Sicily on pasta alla Norma!).
The pie should be established as a culinary monument! It saved me lunch and dinner on several occasions and it fills my heart with satisfaction biting my dough so fragrant and tasty. Pie (or quick, if you refer) is a recipe frugal but the outcome assured, believe me: it will be a success! Let your imagination free and get jiggy to pull together the ingredients, play with the flavors, colors and scents, you will not regret. The brisee pastry case is perfect for this and will be on your side: welcome and will enhance your every experiment making you make a great impression!
The only caveat is that the pie is addictive and could end up in a snap!

8 Comments

  1. Barbara

    Ahahaha… è verissimo quello che dici!!!
    Le torte salate hanno salvato anche me.. basta il guscio.. e si prestano ad abbinamenti infiniti.. pochi gesti e i rimasugli li nel frigo prendono nuova forma! Interessanti queste tue versioni!
    A presto..
    Barbara

  2. tortellini & co

    Ode, ode e ancora Ode! E brava tu che fai sempre tante cose! Anche il lab?! Sei davvero la mia finestra sul mondo! Dovresti anche pensare qualcosa per blogger pasticcione come me 🙂

Cosa ne pensi?