Involtini-2Bdi-2BPeperone_Steve-2BMcCurry_Monza-2BIMG_7669
comments 4

Rilassarsi a Monza

Cosa c’è di meglio di una gita fuori porta per rilassarsi dopo un periodo davvero stressante? Assolutamente nulla: il connubio brunch e Steve McCurry per me è più che perfetto e non potrei davvero chiedere nulla di più. Ma andiamo con ordine…

Discaimer: questo post è lungo ma una giornata piena e entusiasmante come quella che sto per descrivere non può essere liquidata in due righe, giusto?

Se vi siete chiesti che fine abbia fatto in queste ultime settimane la risposta è semplice: influenza, post influenza, lavoro (tanto e complicato!) mi hanno tenuta lontana dal mac e, anche se non ho mai smesso di instagrammare le mie avventure ad alto tasso calorico (ehi, se ve le siete perse le trovate tutte qui!), vi chiedo perdono se non sono riuscita ad aggiornare questo piccolo diario con altrettanta costanza.
Dopo un periodo così, caotico e intenso, ho pensato che ci voleva qualcosa per rimettermi in sesto, soprattutto per staccare la spina e liberare il cervello da tutti i pensieri, almeno per qualche ora.
Una gita fuori porta è sempre un’ottima soluzione, basta solo trovare il luogo adatto, ovvero:
  1. non troppo lontano da raggiungere, magari nuovo e inesplorato, con un richiamo così forte da non poterlo ignorare
  2. in grado di soddisfare una foodie esigente come me!
Monza è una città piuttosto vicino a casa, ci passo così tante volte per lavoro senza mai fermarmi che la curiosità di capire cosa c’era al di la della tangenziale cominciava a essere forte. Mi sono sempre chiesta come poteva essere la città di Renzo e Lucia, quella che ha silenziosamente ascoltato e cullato le travagliate vicende del mio personaggio manzoniano preferito (la Monaca) e del suo amato. A Villa Reale fino al 6 Aprile è in scena “Oltre lo sguardo” la mostra fotografica di Steve McCurry, a mio parere un genio, un fotografo documentarista così abile a catturare gli attimi che i suoi scatti ti ammaliano per tanto sono belli. Detto fatto: la destinazione per la mia gita rilassante non poteva essere che Monza!
Resta da risolvere il punto 2, non di trascurabile rilevanza per una golosa come me! In questo mi è venuto in soccorso Quandoo, il nuovo portale per le prenotazioni online.
Vi è mai capitato di trovarvi in un posto totalmente sconosciuto in cerca di un luogo carino e stiloso per una sosta gastronomica e non sapere davvero che fare? A me si e non è bello! Si rischia di girare a vuoto, di non essere totalmente soddisfatti della scelta fatta, di chiedersi “e se avessi gironzolato un po’ di più? Magari avrei trovato qualcosa di meglio…”.
Bene, ora questo spiacevole inconveniente è definitivamente superato. Quandoo ti offre la possibilità di esaminare con tutta calma i ristoranti a seconda della zona scelta, di scrutarli e studiarli per bene prima di prenotare. Bastano solo pochi click e la cosa più bella è che per ogni prenotazione e per ogni recensione fatta in seguito si accumulano punti. Più punti e più sconti avrai sulle future prenotazioni. Beh, che dire: semplicemente fantastico.
Grazie a Quandoo ho trovato Burger’s Family, un locale davvero bello di quelli che piacciono a me, stile provenzale, molto curato e ricercato, menù americano davvero impeccabile. Nei week end va di scena il brunch: ve la immaginate la mia gioia??

[Detto tra noi: Burger’s Family è anche un’ottima bakery che sforna dolci americano davvero squisiti. La loro apple pie è stata una graditissima colazione del giorno dopo, perché si: Burger’s Family è anche take away, a buon intenditore…]

Dunque ricapitoliamo: brunch tipicamente americano con succo d’arancia, sandwich, uova strapazzate e bacon, pannocchia tostata, caffè nero bollente a fiumi e pancakes annaffiati da ottima salsa al cioccolato, a seguire la mostra più bella che abbia avuto la fortuna di vedere negli ultimi mesi, con un allestimento magistrale tra le splendide stanze di Villa Reale e per concludere una piacevolissima passeggiata nel centro di Monza, una cittadina davvero accogliente, a misura d’uomo e vivace nel suo piccolo. Per me è stato superbo, davvero: non avrei potuto chiedere nulla di meglio!

[nota a margine: la maestria di  Steve McCurry nel catturare gli sguardi delle persone è qualcosa di leggendario. I suoi scatti sono naturali, istintivi, sono il frutto di duro e paziente lavoro, di attesa e di ricerca sul campo, di chilometri polverosi percorsi sotto tempeste infinite, sono storia dove la persona è a centro di tutto. Ho amato ogni singola immagine, i colori, le forme, le proporzioni perfette. C’è movimento e staticità armoniosamente combinati nei lavori di Steve McCurry e poi c’è la vita vera. E io impazzisco per questo! L’allestimento a Villa Reale è a dir poco perfetto: le fotografie sono sorrette da strutture in legno, semplici e lineari, che formano il collegamento ideale tra le opere esposte e la ricchezza delle stanze di palazzo, una diversa dall’altra. Sullo sfondo il parco, tutto è in perfetta armonia e crea un insieme davvero mozzafiato.]

Allora seguite il mio consiglio: sceglietevi una meta non troppo lontana da casa, abbandonate i pensieri e le preoccupazioni, la stanchezza e tutto lo stress accumulato. Quandoo pensa al pranzo (o alla cena) e il gioco è fatto: senza rendervene conto avrete tra le mani la soluzione perfetta per rilassarvi senza il minimo sforzo. Cosa può esserci di meglio?

Questo post è stato realizzato in collaborazione con Quandoo.

What’s better than a trip outside to relax after a really stressful? Absolutely nothing: the combination brunch and Steve McCurry for me is more than perfect and I could not really ask for anything more. But first things first …

Discaimer: this post is very long but a full and exciting day as the one I am about to describe can not be wound up in two lines, right?

If you’ve wondered what happened to me in the last few weeks, the answer is simple: flu, after flu, work (hard and complicated!) have kept me away from my mac and, although I have never stopped to post on Instagram my adventures with high caloric rate (hey, if you missed them everything can be found here), I ask forgiveness if I failed to update this little diary with equal constancy.
After such a period, chaotic and intense, I thought I needed something to pull myself together, especially to disconnect and free the brain of all thoughts, at least for a few hours.
A trip out is always a good solution; you just need to find a good place:
  1. not too far to reach, maybe new and unexplored, with a booster so strong that it could not be ignored
  2. able to satisfy a demanding foodie like me!
Monza is a city rather close to home, I pass so many times for work there without stopping that the curiosity to see what was beyond the ring road began to be strong. I always wondered how it could be the city of Renzo and Lucia, the one that has quietly listened and rocked the troubled events of my favorite character by Manzoni (the Nun) and her beloved. At Villa Reale until 6th April is on stage “Beyond the look“, a photo exhibition by Steve McCurry, in my opinion a genius, a documentary photographer so adept at capturing the moments that his shots will bewitch for both are beautiful. Said and done: the destination for my relaxing trip could not be that Monza!
It remains to solve the point 2, not of negligible importance for a greedy like me! This came to my rescue Quandoo, the new portal for online bookings.
Did you happen to find yourself in a place totally unknown in search of a place cute and stylish for a gastronomic and not really know what to do? To me and it is not nice! You are likely to run dry, not to be totally satisfied with the choice made, to ask “and if I had wandered a bit ‘more? Maybe I would find something better …”.
Well, now this unfortunate incident is finally passed. Quandoo offers you a chance to examine calmly restaurants depending on the chosen area and study them well before booking. It only takes a few clicks and the best thing is that for each booking (and following review) made you buy points. The more points the more discounts on future bookings. Well, you say, just fantastic.
Thanks to Quandoo I found Burger’s Family, a really nice bakery, exactly the kind I like, Provencal style, very nice and sophisticated, American menu exceptional. On Weekends there’s brunch: can you imagine my joy??

[Between us: Burger’s Family is also an excellent bakery that bakes American cakes really delicious. The apple pie became a welcome breakfast the next day, because it: Burger’s Family is also take away, to the wise …]

So let’s recap: brunch typically American with orange juice, sandwiches, scrambled eggs and bacon, roasted corn on the cob, hot black coffee as much as you want and pancakes washed down with excellent chocolate sauce, followed by the most beautiful show I’ve been lucky enough to see in recent months, with a masterful exhibition between the beautiful rooms of Villa Reale and to end a pleasant walk in the center of Monza, a town really friendly, humane and lively. For me it was superb, really: I could not have asked for anything better!

[Side note: the mastery of Steve McCurry in capturing the eyes of the people is something legendary. His shots are natural, instinctive, are the result of hard and patient work, waiting and field research, dusty paths of kilometers beneath endless storms, it is history where the person is at the center of everything. I loved every single image, the colors, the shapes, the perfect proportions. There is movement and stillness harmoniously combined in the work of Steve McCurry and then there’s real life. And I go crazy for it! The exhibition at the Villa Reale is nothing short of perfect: the photographs are supported by wooden structures, simple and linear, which form the ideal connection between the exhibits and the richness of the rooms of the palace, all different from the other. In the background the park, everything is in perfect harmony and creates a set truly breathtaking.]

So take my advice: choose for a destination not too far from home, abandoned the thoughts and concerns, fatigue and all the stress accumulated. Quandoo thinks at lunch (or dinner) and you’re done: without realizing you will have in your hands the perfect solution to relax without the slightest effort. What could be better?
This post has been written in collaboration with Quandoo.

4 Comments

  1. Maria Stella

    Sono davvero contenta che ti sia piaciuta Monza 🙂 la Villa Reale è straordinaria e il posticino che hai provato per il brunch è bellissimo..ci sono stata una sola volta, ma sinceramente spero di ritornarci presto! 😉

  2. Maddy

    Ciao cara, mi hai fatto fare un giro turistico in piena regola stando seduta nella mia cucina e quest cosa mi è piaciuta un sacco, la mostra dev'essere davvero bella !!!

Cosa ne pensi?